PAVIMENTO PVC O LVT: COS’È E COME SCEGLIERLO?

Se vogliamo parlare di un prodotto all’avanguardia che sostituisce il vecchio linoleum sintetico troviamo il pvc. Magari è un po’ meno nominato rispetto al fratello “laminato“, perchè più costoso, ma sicuramente più durevole e adattabile a qualsiasi ambiente. In particolare eccelle in ambienti umidi, dove legno, ma soprattutto il laminato hanno le performance peggiori.

Nella nostra guida di Artigiano Casa Tua, ti guideremo come al solito a conoscere meglio questo prodotto in modo da darti le giuste conoscenze per l’acquisto ed eventualmente la messa in opera.

 

PVC COS’È?

Tra i diversi tipi di pavimento che andremo a presentare nelle nostre guide, esistono anche quelli vinilici, il cui componente principale è il PVC, o polivinilcloruro e cioè un Legame vinilico (carbonio e idrogeno) con l’aggiunta di cloro. Il PVC è un polimero che si ottiene artificialmente dalla distillazione del petrolio e del cloruro di sodio. Esso è un materiale molto utilizzato oggi in edilizia, per tubazioni, infissi, poggioli, porte, armadi, e ultimamente anche per componenti esterni di rubinetteria anche nella Provincia di Trento, dove il legno vero e proprio di certo non manca. Concettualmente è simile al laminato, soprattutto nella versione flottante a click, ma con proprietà tecniche superiore, una su tutte la completa compatibilità in ambienti molto umidi con il bagno, rendendolo ideale per pavimentare tutta la casa.
E’ infatti un materiale molto resistente, ottimo per chi vorrebbe fare i lavori in economia, visto che è un prodotto facile da tagliare ed installare. Esso permette dunque di contenere notevolmente i costi, sia che si posi quello flottante che autoadesivo.
Il PVC è consigliato anche in uso commerciale e sono utilizzati per le loro caratteristiche di:
resistenza all’acqua e umidità
completa riciclabilità (100% pvc)
resistenza al fuoco (classe b2)
fonoassorbenza (riduce i rumori di ca 10db)
elevata resistenza all’usura (utilizzato anche ad uso commerciale);
elevata flessibilità, si adatta meglio alle superfici.

Chiaramente ci vogliono pur sempre le competenze e gli strumenti adeguati per poter realizzare la posa di un pavimento vinilico, se la ristrutturazione ed i lavori manuali non sono il tuo forte e hai bisogno di un posatore esperto per effettuare i tuoi lavori in casa tua compila subito il nostro form e verrai contattato da uno dei nostri artigiani di fiducia nella Provincia di Trento per un sopralluogo e preventivo gratuito. Artigiano Casa Tua è il contributo alla realizzazione della casa dei sogni senza dimenticare l’importanza di offrire il miglior lavoro al miglior prezzo.

 

PAVIMENTO VINILICO MULTISTRATO AUTOADESIVO

I pavimenti in PVC autoadesivo multistrato hanno solitamente spessore di 2-3 mm e sono formati da 4 strati. Il primo è lo strato di protezioneÈ chiamato anche strato superficiale e pvcserve per proteggere il pvc dai raggi solari, che potrebbero far schiarire il prodotto. Il secondo è lo strato di usura (0,2mm) quello che solitamente protegge l’immagine sottostante che raffigura un effetto legno, marmo, pietra o effetto naturale (terzo strato). Il quarto strato é la struttura vera e propria, solitamente di colore nero classico del pvc. Sotto quest’ultimo strato viene posizionato l’adesivo coperto da una pellicola, da togliere al momento della posa. La pellicola, come succede nelle figurine, serve per evitare che la colla possa rovinarsi o sporcarsi durante il trasporto del materiale. Così da farla durare in tutte le sue caratteristiche tecniche fino al momento della posa.

Tra i vantaggi di questo materiale c’è il fatto che presenta una vasta gamma di colori, completata dalla possibilità di poter imitare anche molti materiali naturali, come il legno e la pietra, capacità oggi incrementata dagli sviluppi della grafica computerizzata che consente una perfetta simulazione sia estetica che talvolta tattile del materiale di riferimento. Il pavimento vinilico multistrato si presenta silenzioso al calpestio e antiscivolo. Tra gli svantaggi c’è la flessibilità: la superficie dove applicare il materiale deve essere perfetta. Possibili imperfezioni nel pavimento sottostante come rilievi, fughe, o dislivelli possono creare problematiche nel pvc soprastante sottolineando in controluce i difetti riportandoli sulle lamine superficiali. L’applicazione non è banale e le plance si installano come una pellicola applicata su un vetro, evitando di lasciare aria intrappolata tra la pavimentazione pre-esistente e l’adesivo del PVC. L’altezza della plancia e circaa di 2mm e si adatta alle ristrutturazioni casa in sovrapposizione senza rifinire le porte. Purtroppo lo strato di usura e solo 0,2mm e quindi l’uso consigliato e solo quello domestico. Le plance di pvc autoadesivo non si possono applicare verticalmente in quanto la colla sottostante è gravitazionale e funziona solo se il prodotto è applicato orizzontalmente. Se si volesse comunque applicare il prodotto verticalmente lo si può fare utilizzando colle apposite per materiali plastici (consigliamo di verificare quanto indicato dal fornitore in merito). I prezzi di posa del PVC autoadesivo sono i più bassi a patto che il sottofondo sia regolare.

 

INSTALLAZIONE

Senza colla e utensili le lame autoadesive si posano accostate seguendo le indicazioni del produttore. Il pavimento, silenzioso al calpestio, non necessita di materassini o altri isolanti. Per una posa di qualità, il supporto deve essere pulito, piano, duro, liscio e secco, quindi è necessario aspirare e pulire bene il pavimento preventivamente con uno sgrassatore, smacchiatore e decerante professionale. Nel caso di un sottofondo irregolare bisogna livellarlo con una malta autolivellante e applicare un fissativo di presa. La posa sul riscaldamento a pavimento (a pannelli) è possibile per temperature fino a 28°C/30°C. Per questo è sufficiente fermare il riscaldamento 48 ore prima e aspettare di nuovo 48 ore dopo la posa.

 

 

PVC A CLICK GALLEGGIANTE o LVT

Il pavimento in pvc a click o LVT (Luxury Vinil Tyle), é un particolare pavimento ad incastro che si può posizionare con o senza materassino. Si consiglia comunque di applicare un materassino per aumentare le caratteristiche tecniche di resistenza e fonoassorbenza del prodotto. I pvc a click o ad incastro possono avere spessori da 3-4-5 mm. Lo spessore totale determina anche l’altezza dello strato di usura 0,3-0,4-0,5mm.

Sono formati da 4 strati: Il primo è lo strato di protezioneÈ chiamato anche strato superficiale e serve per

lvt

proteggere il pvc dai raggi solari, che potrebbero far schiarire il prodotto. Il secondo è lo strato di usura (0,3-0,4-0,5mm) quello che solitamente protegge l’immagine sottostante che raffigura un effetto legno, marmo, pietra o effetto naturale (terzo strato). Il quarto strato é la struttura vera e propria, solitamente di colore nero classico del pvc. Quest’ultimo strato è anche quello dotato di incastri a L su tutti e 4 i lati (2 “maschi” e 2 “femmine”).

 

MATERASSINI PVC CLICK

Generalmente i pavimenti LVT sono progettati per essere posizionati senza materassino su sottofondi perfettamente planari. Il materassino è utile per aumentare le caratteristiche del PVC, quale fono-assorbenza, isolamento e stabilità. I materassini utilizzati per il PVC a click sono materassini con densità molto alta. Questo per non far soffrire gli incastri del PVC che sono estremamente piccoli e delicati. Un materassino poco denso potrebbe collassare con l’applicazione di un carico e quindi precludere la stabilità del PVC. Esistono in commercio pavimenti LVT con materassino integrato, che come pro è la velocità di posa, ma come contro hanno la non possibilità di scelta delle caratteristiche del materassino, che per un pvc o un laminato sono determinanti. La scelta del materassino infatti è molto importante, forse anche più del pavimento: esistono materassini fono-assorbenti, altri più idonei a massetti riscaldati, altri ancora per l’antisdrucciolo, altri per il controllo umidità e così via. Per questo motivo acquistare un materassino integrato talvolta potrebbe essere controproducente in quanto non abbiamo la possibilità scegliere le caratteristiche che mi interessano maggiormente.
Bisogna fare particolare attenzione anche con il riscaldamento a pavimento. I materassini idonei a massetti riscaldati sono in fibra di alluminio, molto conduttori, con una resistenza alla conduzione termina vicina a zero. Basti pensare che il PVC è già un materiale isolante, se ne applichiamo un altro quale un materassino favoriamo la dispersione termica e non faremo funzionare correttamente il riscaldamento a pavimento.

 

INSTALLAZIONE

Senza colla e utensili le lame si posano ad incastro come il laminato. Si consiglia di stendere il materassino prima di posizionare le plance. Per una posa di qualità, il supporto deve essere pulito, piano, duro, liscio e secco, quindi è necessario aspirare e pulire bene il pavimento preventivamente con uno sgrassatore, smacchiatore e decerante professionale. Nel caso di un sottofondo irregolare bisogna livellarlo con una malta autolivellante e applicare un fissativo di presa. La posa sul riscaldamento a pavimento (a pannelli) è possibile per temperature fino a 28°C/30°C. Per questo è sufficiente fermare il riscaldamento 48 ore prima e aspettare di nuovo 48 ore dopo la posa.

 

ORDINATIVO

Al momento dell’ordine considerare che la quantità di fornitura dovrà tenere conto degli scarti derivanti dalla posa e della necessità di avere una scorta in caso dovessero rendersi necessarie riparazioni nel corso del tempo. Il consiglio è di stimare almeno il 10% in più di prodotto rispetto alla metratura necessaria. Questo valore è indicativo e può diminuire all’aumentare della metratura, all’assenza di riseghe o muri fuori squadra.  Nel pvc lo scarto è minimo e a differenza delle piastrelle è molto difficile rompere la plancia. Su metrature rilevanti, la quantità da utilizzare per i tagli può anche diminuire. Si consiglia comunque di mantenere una scatola del prodotto in casa per tenerla come scorta per le evenienze o se qualche tavola si rovinasse nel tempo.

 

BATTISCOPA

Il battiscopa copre il foro lasciato tra muro e pvc (5mm). Si consiglia l’utilizzo di battiscopa in MDF removibili, in assenza di umidità oppure di battiscopa in pvc, in presenza di umidità duratura nel tempo: la scelta è essenziale per la durata dei componenti, infatti MDF, o Medium density fiberboard, è una fibra di legno, che teme l’umidità. Esso può avere una dimensione di 1,5-2,0 cm di profondità, altezza compresa tra 6 e 8 cm e lunghezza compresa tra i 2-3 metri. Solitamente i battiscopa in MDF sono più economici rispetto quelli in PVC.

Solitamente il battiscopa si sceglie coordinato al colore del pavimento oppure delle porte. La particolarità della nuove tipologie di battiscopa e quella della completa removibilità. Oggi il battiscopa, se ancorato con delle clip apposite, favorisce la posa galleggiante e la possibilità di rimozione senza danneggiare ne il battiscopa ne il supporto dove va posato. Inoltre la clip dona la possibilità, soprattutto per gli amanti della ristrutturazioni di applicare dei cavi dietro al battiscopa.

 

PROFILI, SOGLIE PER PORTE E PEZZI SPECIALI:

Per delimitare due spazi, che siano due stanze, stanza e muro o un gradino bisogna utilizzare dei profili.

Piatto: per collegare due pavimenti dello stesso livello e coprire lo spazio lasciato, circa 1cm, utile alle dilatazioni

Scivolo: per collegare due pavimenti di livelli diversi e coprire lo spazio lasciato, circa 1cm, utile alle dilatazioni

Terminale: per chiudere gli spazi tra muro e laminato quando non voglio mettere battiscopa o quando ho una chiusura netta della pavimentazione.

Paragradino: per chiudere nei gradini lo spazio tra alzata e pedata e per fare in modo che sia protetto l’angolo da possibile abrasione.

 

 

SIGILLATURA

La sigillatura con silicone per evitare infiltrazioni d’acqua al di sotto della nostra pavimentazione e una pratica poco utilizzata ma utile se è necessario isolare il pavimento in PVC da possibili infiltrazioni superiori: sigillare le giunzioni tra le doghe prima di unirle, è possibile usare il sigillante impermeabile, sostanza a base di silicone che non incolla, in modo da creare così una barriera contro le infiltrazioni. Di contro però ci siamo vincolati ad un solo utilizzo del PVC e un eventuale riutilizzo in un altro locale non è consentito proprio per aver rovinato irrimediabilmente gli incastri. Anche l’eventuale sostituzione di una plancia potrebbe essere problematica.

 

 

ARTIGIANO CASA TUA

Se sei interessato a posare un pavimento a click o adesivo e vuoi conoscere i prezzi della posa del PVC O LVT nella Provincia di Trento contattaci compilando il nostro form, noi di Artigiano Casa Tua provvederemo come sempre a metterti in contatto con il professionista più adatto alle tue esigenze.

Richiedi un preventivo subito ... è gratis!!!



 

Tipo di servizio

Ristrutturazione casaPulizieGiardinaggioTraslochi